Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Che la magia di Wembley e la pastasciutta sia con noi

Il CT dell'Italia Campione d'Europa Roberto Mancini

La Nazionale torna in campo dopo la vittoria di Euro 2020. Sembra passata una vita, ma l’11 luglio è dietro l’angolo

Pare passato un sacco di tempo dall’11 luglio 2021, la serata in cui la Nazionale di Roberto Mancini ha battuto l’Inghilterra a casa sua laureandosi Campione d’Europa.

Ma oggi, 2 settembre, non sono passati neanche due mesi e gli azzurri sono chiamati di nuovo in campo per inseguire una nuova avventura, quella delle qualificazioni ai Mondiali più strani della storia, quelli di Qatar 2022, i primi che verranno giocati in inverno, a dicembre, per ragioni climatiche.

Come detto, gli Azzurri tornano in campo e per grosse linee saranno gli stessi che si sono laureati campioni, ma rispetto a luglio è cambiato molto.

In porta ci sarà Gianluigi Donnarumma, che è intanto diventato ufficialmente un giocatore del Paris Saint Germain.

Sulla fascia destra della linea difensiva ci sarà Di Lorenzo, oggi come allora perno del Napoli.

Sulla corsia opposta, vista l’indisponibilità di Spinazzola, eroe e martire di Euro 2020, ci sarà Emerson Palmieri che intanto si è trasferito in prestito dal Chelsea all’Olympique Lione.

Coppia centrale composta da Leonardo Bonucci (che sarà anche il capitano) e Lorenzo Acerbi (Giorgio Chiellini è di nuovo fermo ai box).

A centrocampo ci sarà Marco Verratti (PSG) in cabina di regia e accanto a lui il candidato al Pallone d’Oro Jorginho, punto di forza del Chelsea e Nicola Barella, oggi come allora perno del centrocampo dell’Inter

Tridente in attacco con Federico Chiesa, gioellino, uno dei pochi, della Juve, esterno Lorenzo Insigne, fantasista del Napoli in scadenza di contratto, a rifinire per Ciro Immobile, bomber della Lazio già in forma super.

La Bulgaria è avversario sulla carta abbordabile e superabile, ma per vincere, così come ha dimostrato l’Italia agli Europei, non bastano i pronostici. Ci serve voglia, determinazione e tanta pastasciutta.

 

 

2 Settembre
Autore
Luca Morazzano

Commenti