Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Serie A e VAR-gogna, Inter campione d’inverno

Milan-Napoli, gol annullato a Kessie

L’occhio elettronico stronca sul nascere le velleità di rimonta dell’Atalanta con la Roma e annulla il pari del Milan con il Napoli

Un’altra giornata di serie A, la penultima del girone di andata, è stata consegnata agli archivi non senza strascichi polemici. Partiamo dal verdetto sportivo, quello che l’Inter è campione di inverno con una giornata di anticipo.
E lo è grazie all’esito del posticipo serale tra Milan e Napoli. Ma anche grazie al Var che ha deciso due match di cartello accendendo una vera e propria gogna mediatica.
Il risultato di San Siro che ha visto la vittoria in trasferta dei partenopei porta infatti le due inseguitrici dei nerazzurri a pari merito ma entrambe distanti quattro lunghezze dalla capolista che quindi è matematicamente prima al giro di boa di un torneo che, per la prima volta, nel girone di ritorno sarà asimmetrico.
Proprio da San Siro arriva però uno degli episodi da Var, che faranno discutere a lungo. Al 90’ della sfida tra Milan e Napoli, con gli ospiti in vantaggio per 1-0 grazie al gol di Elmas al 5’, il Milan trova il pareggio con Frank Kessie. L’arbitro, il signor Massa, fischia la rete ma viene poi richiamato dal VAR e dopo aver rivisto le immagini annulla. 
Il motivo? Durante l’azione, in area c’è Giroud che finisce a terra un attimo prima, e con la testa, mentre è sdraiato, è davanti al suo marcatore che è caduto con lui. Di qui, tra lo stupore del pubblico di San Siro e anche di quello a casa davanti alla tv, arriva l’annullamento che regala al Napoli i tre punti.
Sabato invece era toccato all’Atalanta contro la Roma vedersi annullare un gol che farà casistica. La gara è finita con il perentorio 4-1 a favore dei giallorossi ma la formazione di mister Gasperini, sconfitta, ha visto la vetta della classifica allontanarsi a sei punti di distanza. 
Sul 2-1 per la Roma, l’Atalanta ha però da recriminare perché il gol del pari lo aveva segnato ma è stato annullato dopo due minuti di silent-check guidato da Nasca che è al Var. LA posizione sanzionata come irregolare è quella di Palomino che arriva alle spalle di Cristante che per anticiparlo interviene sulla spizzata aerea di Zapata e buca la propria porta.  
Proprio gli stop di Atalanta e Milan, lanciano appunto l’Inter in fuga. Un Inter che ha dimostrato già di essere la più forte della classe e di questi aiuti, non ha sicuramente bisogno.
 
20 Dicembre
Autore
Luca Morazzano

Commenti