Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Serie A, ultima di andata, poi tutti a riposo fino alla Befana

campo di calcio

Il Covid torna a condizionare il massimo torneo nazionale annullando la gara della Dacia Arena per un focolaio in casa Salernitana

Con un turno infrasettimanale che comincia oggi, si chiude il girone di andata della serie A che già ha eletto la squadra campione di inverno nell’Inter. Proprio i nerazzurri, come lo scorso anno, paiono la rosa più forte e meglio organizzata per arrivare in testa fino alla fine, ma dietro la lotta è quanto mai aperta e anche il 19° turno, per molti rappresenta uno snodo cruciale.
Il Covid è tornato ad influenzare il calendario così come non avveniva dallo scorso anno e quella che sarebbe dovuta essere la gara di apertura della giornata, Udinese-Salernitana, salta per un focolaio registrato in casa amaranto, lì dove tiene banco anche la situazione societaria con un’acquisizione d parte di una nuova proprietà che tarda e la Lega che ha concesso un’ennesima proroga per non cancellare i campani dal campionato.
Alle 20,45 i match saranno due, entrambi testacoda:
Al Ferraris di Genova, il Genoa di Shevchenko ospita l’Atalanta che per non compromettere la sua quarta posizione, non può permettersi pause dopo lo scivolone con la Roma.
A Torino invece è la Juve ad ospitare il Cagliari che ha dato il via alal rivoluzione tenendo in disparte Godin e Caceres. Allegri però ha richiamato i banconeri alla concentrazione per evitare distrazioni festive. Il rompete le righe arriverà solo dopo la fine di un match da vincere per risspettare la tabella di marcia impostata da Max Allegri per restituite alla Signora una posizione di classifica più consona tra gennaio e febbraio prossimi. 
Domani invece, tutti gli altri match a cominciare dalle 16,30 con Venezia-Lazio e Sassuolo-Bologna. Al Penzo di Venezia, la Lazio troverà una squadra in forma, quella di Paolo Zanetti, che sta mettendo insieme i punti per la salvezza. I biancazzurri saranno privi ancora di Immobile risultato positivo al Covid. 
Al Mapei Stadium invece, il Sassuolo vuole continuare ad issarsi in classifica ma deve fare i conti con la voglia di riscatto del Bologna, reduce da un filotto negativo.
Altri tre match alle 18,30 quando si gioca all’Olimpico, con la Roma, galvanizzata dal poker all’Atalanta, che ospita la Sampdoria a sua volta reduce da una bella vittoria. 
In contemporanea al Bentegodi il Verona ospita la Fiorentina che con i gallorossi viaggia appaiata a quota 31 punti in quarta posizione e può contare su un Vlahovic capocannoniere indiscusso della serie A con 16 gol. 
Stesso orario per la capolista Inter che aspetta la visita del Torino per chiudere un 2021 stellare in cui, dopo la rimonta scudetto dello scorso anno, sta ponendo le basi per il bis 2022.
In serata tocca al Napoli, a scendere in campo al Maradona dove arriva lo Spezia. I partenopei saranno ancora privi di Osimenh e di Koulibaly. Manolas è andato all’Olimpiakos ma Spalletti ha rigenerato Juan Jesus e Rhamani e pretende dai suoi altri tre punti per continuare l’inseguimento alla vetta.
In contemporanea a Empoli, a far visita agli azzurri padroni di casa sarà il Milan, scottato dal ko “per colpa” del Var di domenica sera contro il Napoli e ansioso di scrollarsi di sosso le scorie di un momento scuro dopo il grande avvio di stagione.
 
21 Dicembre
Autore
Luciano Razzano

Commenti