Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Afghanistan: ragazzi non vanno a scuola per solidarietà a ragazze

scuola afghanistan.jpg

Lo dice Save the Children riportando la lettera di uno studente di 13 anni a sua sorella

Save the Children ha pubblicato sul proprio profilo Facebook la lettera di un ragazzo afghano a sua sorella.


“So che sei triste perché non puoi andare a scuola. So che volevi diventare un medico, ma ora sei costretta a rimanere a casa a cucire. Quindi ho deciso che fino alla riapertura delle scuole femminili non andrò a scuola nemmeno io e non avrò desideri per il mio futuro".


Il ragazzo si chiama Sayed e ha 13 anni, e come riporta Save The Children, è uno dei tanti ragazzi che “Stanno saltando la scuola per solidarietà con le loro coetanee”.

Alle ragazze, infatti, non è ancora stato dato il permesso da parte del governo Talebano di poter tornare in classe, contrariamente a tutte le promesse di “Inlusività” fatte dai leader Talebani.
La data di riapertura delle scuole per le ragazze – ricorda anche Save The Children – è stata annunciata ma non è ancora stata fissata una data precisa, mentre per i ragazzi, che hanno già ricominciato le attività, l'annuncio era già stato dato quasi un mese fa.
"Senza futuro per le ragazze non c'è futuro per l'Afghanistan. Chiediamo con forza e urgenza che le ragazze afghane tornino a scuola al più presto." conclude Save the Children.

19 Ottobre
Foto: pixabay
Autore
Emanuele Di Casola

Commenti