Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Cittadella, la 'gara' di rugby ad Ascoli lascia il segno

dal fabro.jpeg

Il giudice sportivo ferma per una giornata il bomber spagnolo Asencio e il regista difensivo Dal Fabro

Be', salire agli onori della cronaca per aver praticato rugby e non calcio crediamo non faccia piacere. Soprattutto se disputi il campionato di serie B. Così, continuano le polemiche roventi e i botta e risposta a distanza tra Ascoli e Cittadella, prossimo avversario dei ciociari, sul match di sabato scorso. Intanto i granata dovranno fare a meno contro il Frosinone di due elementi fondamentali nello scacchiere di Gorini: l'attaccante Raùl Asencio, finora autore di 2 reti, e il regista della difesa Dal Fabro, entrambi appiedati dal giudice sportivo per una gara. 

Polemiche e ruggine che trovano fondamento comunque nella partita dell'aprile scorso quando il risultato fu sempre di 0-0, con l'Ascoli che accusò di comportamento antisportivo il Cittadella, reo di aver rallentato la corsa ai play off proprio dei marchigiani chissà a favore di chi. Ma torniamo a oggi: sia il tecnico dell'Ascoli Christian Bucchi che il presidente Massimiliano Pulcinelli si erano scagliati sia contro il tecnico Gorini ("mi ha aggredito. Il Cittadella piange 38 partite su 38" lo sfogo del tecnico bianconero) sia contro l'undici veneto ("giocano a rugby" s'era lamentato il numero uno marchigiano), per poi ricevere le risposte piccate dell'allenatore padovano ("Bucchi dice cazzate senza nemmeno conoscermi") e di quelle di Pavan, che replica a distanza di un giorno alle varie illazioni di Pulcinelli: "non accettano lezioni di morale da noi? Noi non abbiamo nulla da imparare da loro". Amen. Finita qui? Be', c'è sempre il match di ritorno. Intanto sabato al Tombolato arriva il Frosinone primo in classifica.

6 Settembre
Autore
Gian Luca Campagna

Commenti