Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Le case al mare volano

portachiavi casa

Tecnocasa: dinamico mercato casa al mare, +1,7% aumento prezzi

Il mercato della casa vacanza al mare è decisamente dinamico, come conferma l’aumento dei prezzi dell’1,7% registrato dall'Ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. Bene le località del Veneto che mettono a segno un incremento dei valori del 6,5%, seguite da quelle delle Marche che chiudono con +5,1%. L’Emilia-Romagna chiude con + 2,7%. La ricerca della casa al mare continua a correre sull’onda lunga sorta dopo il primo lockdown. La domanda, che si è sempre orientata su bilocali e trilocali, dopo il lockdown sta virando sempre di più sulle soluzioni indipendenti le cui compravendite sono in aumento negli ultimi tre anni. La presenza dello spazio esterno è sempre più importante. Un altro fenomeno riscontrato quest’anno è un ritorno degli stranieri (americani, francesi e nord Europa), sempre più interessati all’acquisto di una casa vacanza nel Belpaese.

In aumento del 3,1%, nel II semestre 2021 rispetto al I semestre 2021, i valori immobiliari delle località turistiche dell’Emilia Romagna. Particolarmente bene è andata la provincia di Forlì con una crescita dei valori del 4,8%, a seguire le località della provincia di Rimini (+1,9%) e poi quelle della provincia di Ravenna (+1,2%). Le località di mare dell’Abruzzo hanno registrato nel II semestre 2021 un incremento dei valori del 2,6%, con la provincia di Chieti in crescita del 2,9%, quella di Teramo del 2,6% e Pescara con +1,4%.

Prezzi sostanzialmente invariati a Roseto degli Abruzzi dove si riscontra una buona domanda di casa vacanza anche da cittadini residenti all’estero e nel Nord Italia. Uno dei vantaggi della zona è di essere ben collegata con la linea Adriatica e di avere prezzi più contenuti rispetto alle più costose località dell’Emilia Romagna. Da qui la spinta al mercato, enfatizzata anche dalla pandemia. Le preferenze ricadono sulle zone il più possibile vicine al mare. Il taglio più richiesto è il trilocale, seguito dal bilocale su cui investire intorno a 150 mila euro. La zona più apprezzata è quella compresa tra la spiaggia e la statale 16. Sul lungomare Roma e il lungomare Trieste si toccano punte di 3000-3500 euro al mq. Allontanandosi dalla prima fila i valori dell’usato scendono a 1800 euro al mq. Oltre la statale, in zona collinare, i valori arrivano a 1500 euro al mq. Soluzioni indipendenti a 4000 euro al mq si costruiscono a nord e a sud della città con valori medi di 4000 euro al mq. Negli ultimi tempi si segnala un ritorno degli investitori che acquistano per mettere a reddito vista la buona domanda di immobili in locazione.

15 Agosto
Foto: pixabay
Autore
Giada Giacometti

Commenti