Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Conte ad ampio raggio prima delle elezioni

conte giuseppe.jpg

Il leader dei grillini spazia dai privilegi di Matteo Renzi alla politica di Draghi fino alla situazione in Ucraina

Matteo Renzi "impersona il tipico politico abbarbicato nei privilegi del politico ormai da decenni e rischia di non confrontarsi con il Paese reale. Aveva di detto di dimettersi, di allontanarsi dalla politica è sempre lì, è abbarbicato nei privilegi della politica: viaggia in jet privati, va in Arabia Saudita, si fa pagare dai governi stranieri, declama il rinascimento saudita nonostante Khashoggi sia stato fatto a pezzi (c'è un processo di cui aspetteremo gli esiti)". Lo ha affermato Giuseppe Conte, ospite di Radio Capital della trasmissione 'The breakfast club'.

"Letta si è reso protagonista di un atto di cinismo politico tra i più efferati e raffinati, quindi non c'è alcuna fiducia di potersi sedere attorno ad un tavolo" continua Giuseppe Conte.

Il presidente del Consiglio Mario Draghi "solo dopo tre mesi" dall'inizio del conflitto ucraino "è venuto a confrontarsi in Parlamento. L'ho visto molto disponibile, premuroso e sollecito nell'accodarsi ad una strategia decisa a Washington. Avrei preferito un Governo italiano pronto a indirizzare in prima fila la strategia euroatlantica verso una strategia negoziale" ha affermato Giuseppe Conte, ospite di Radio Capital della trasmissione 'The breakfast club'.

22 Settembre
Autore
Claudio Mascagni

Commenti