Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

L'egoismo becero di chi non cede il posto prenotato

passeggero treno.jpg

L'episodio di Pasqua sul treno regionale Genova-Milano in cui 27 ragazzi disabili sono stati costretti a scendere dal treno è segno di un egoismo arrogante e becero

L'episodio di Pasqua sul treno regionale Genova-Milano in cui 27 ragazzi disabili sono stati costretti a scendere dal treno, pur avendo i posti riservati, è segno di un egoismo arrogante e becero. I turisti che occupavano lo scompartimento infatti si sono rifiutati di cedere il posto ai prenotati. Già è nota incivile non cedere un posto a chi ha avuto l'accortezza di prenotare, in più c'è l'aggravante della disabilità dell'avente diritto. Certo, desta vergogna un episodio del genere, amplificato dall'inadeguatezza del personale delle Fs e della Polfer che non è riuscito a smuovere i passeggeri usurpatori. Vero è che prima di esprimere parole di condanna dovremmo sentire anche le ragioni degli altri, quindi di chi non ha ceduto i posti cui avevano diritto quei giovani (per di più disabili): sono curioso di ascoltare le loro motivazioni, soprattutto su come avrebbero reagito se qualcuno avesse loro negato l'accesso a un posto a loro riservato. Nell'attesa di ascoltarvi, intanto, vergognatevi. 
20 Aprile
Foto: pixabay
Autore
Gian Luca Campagna

Commenti