Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Lo scudetto un affare tra le milanesi

inzaghi.jpg

Inter e Milan giocano a rimpiattino. Torna al successo il Napoli, Juve pirotecnica a Roma

Non c'è respiro e tempo. Non c'è Covid che tenga, si va avanti. In nome della vita, del lavoro e dello spettacolo. La serie A è tornata in campo subito dopo la prima giornata e immediatamente dopo le ultime importanti decisioni della Lega in accordo col Governo. Ed è stata una giornata scoppiettante. 

Il Milan si è accorto quanto è bella Venezia: 3-0 per festeggiare la 400ma di Pioli in A. Il ritorno al gol di Ibra dopo una manciata di minuti spiana la strada ai rossoneri, poi un doppio Theo Hernandez annichlisce i lagunari, che restano appena sopra dalla zona pericolo (17). Il MIlan passa a quota 48, contendendo all'Inter il primato.

Ritorna alla vittoria invece il Napoli (43), supera di misura la Samp (20) con una perla di Petagna sul finire del primo tempo, ma perde Insigne, infortunato, uscito tra gli applausi del suo pubblico. Così i partenopei restano sulla scia delle milanesi. 

Si conferma la quarta forza del campionato l'Atalanta (41) che gioca a tennis in casa dell'Udinese (20): 6-2 che ti fa stropicciare gli occhi. Trascinati dalla doppietta di Muriel i bergamaschi chiudono 3-0 la prima frazione, ma non c'è storia quando la banda di Gasp innesta le accelerazioni e disegna le sue geometrie.

Torna a vincere anche il Sassuolo che piega 5-1 a domicilio la rivelazione Empoli: eppure il vantaggio è stato toscano con Henderson, ma poi il trio azzurro dei neroverdi si scatena, pari di Berardi poi doppiette di Scamacca e Raspadori. Le due squadre sono entrambe a quota 28.

All'Olimpico Roma e Juventus danno spettacolo coi giallorossi che fanno harakiri: vanno sopra 3-1 con una punizione capolavoro di Pellegrini ma il doppio vantaggio dà alla testa agli uomini di Mourinho, così la Juve la ribalta grazie a un superMorata e con la Roma che passeggia in campo, incapace di raddrizzare il risultato con un rigore . Finisce 4-3 per i bianconeri.

L'Inter supera la Lazio 2-1 e mantiene la testa: va a +1 sul Milan e una gara in meno. Ai romani non basta l'ennesima perla di Immobile. Inter a 49 e Lazio ferma a 32.

In coda importante successo dello Spezia nel derby a Genova sponda rossoblù: finisce 0-1, con la squadra di Sheva ancora a zero nelle caselle vittoria mentre Thiago Motta si esalta in trasferta. Decide Bastoni eporta gli spezzini a 19 col Grifone fermo a 12.

A Verona incredibile ma vero ma  la Salernitana vince 2-1: Kastanos e Djuric domano gli scaligeri, che avevano trovato il pari con Lazevic. I granata vanno a 12, veneti fermi a 27. 

9 Gennaio
Autore
Redazione

Commenti