Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Vanno bloccati i Tfr che favoriscono la speculazione

landini.jpeg

Presa di posizione del segretario generale della Cgil Landini: "va coinvolta l'Europa per fermare i prezzi'

"C'è una discussione da fare con l'Europa sicuramente perché questi prezzi non stati aumentando soltanto perché c'è la guerra ma i prezzi sono aumentati anche per come sono fatti i prezzi, per come si formano. Qui c'è una speculazione forte". Ad affermarlo intervenendo a 'Tg2 Post' è il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini sottolineando che "c'è da bloccare il famoso sistema di Amsterdam", il Ttf, "che sta favorendo la speculazione".

"Mentre c'è gente che non riesce a pagare la bolletta, questo meccanismo ha determinato che ci sono imprese e settori che stanno facendo extraprofitti: stanno aumentando le entrate proprio per la crescita di queste bollette", sottolinea il leader della Cgil.

"C'è un problema di emergenza da affrontare. Ci sono una serie di provvedimenti che il Governo deve mettere in campo: aumentare il sostegno ai redditi più bassi, aumentare la soglia Isee di 12 mila euro per chi può percepire questi aiuti, aumentare la decontribuzione per aumentare i salari". La situazione attuale, aggiunge Landini, "è una situazione grave. Prima delle bollette buona parte delle persone faceva fatica ad arrivare a fine mese. Oggi siamo di fronte al fatto che sia le pmi che i cittadini e i lavoratori hanno di fronte delle bollette che non sono in grado di pagare: si rischia di mettere a repentaglio la vita delle imprese e delle persone".

"Bisogna mettere nelle condizioni le persone di pagare quello che hanno pagato un anno fa e quello che si paga in più allungarlo in modo molto consistente in termini di rateizzazione e dall'altra parte formare anche un fondo sia con i soldi pubblici che con i soldi di chi ha fatto dei superprofitti che permetta di uscire da questa fase transitoria perché i prossimi 5-6 mesi sono drammatici" continua Maurizio Landini.

"Non solo c'è il rischio che paghi tanto ma non siamo neanche fuori dal rischio che questo inverno non siamo in grado di affrontare la situazione e di essere razionati", sottolinea il leader della Cgil. "Ci sono 40 mld di extraprofitti che sono in mano alle imprese e che potrebbero essere redistribuiti alle persone o per fare un fondo anche per aiutare le imprese ad affrontare questa situazione", spiega Landini.

"Ci sono imprese che ci si stanno dicendo che non stanno producendo perché gli costa più produrre che tenere fermi e mettono in cassa integrazione i lavoratori: quei lavoratori in cig avranno gli stipendi dimezzati e hanno la bolletta triplicata", sottolinea il leader.

5 Ottobre
Autore
Claudio Mascagni

Commenti