Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

La differenza tra gol erotico e pornografico

Ciofani-Daniel.jpg

Storia quotidiana di un cronista di Latina, tifoso dei nerazzurri, costretto a seguire il Frosinone calcio nel campionato di serie B.

In un articolo precedente avevo sottolineato la differenza tra gol erotico e gol pornografico. E qualcuno sui social, in privato, mi ha scritto cosa significa e qual è la differenza. Innanzitutto, è una rete di pregevole fattura, ma anche fortunosa e banale, in una certa data incardinata nel calendario, scaturita all’interno di una partita che di solito viene considerata la madre di tutte le partite. Per chi è nato, cresciuto e vissuto nel Basso Lazio la signora partita è tra Latina e Frosinone. Certo, i canarini in serie A ci sono stati due volte, i nerazzurri mai. Senza andare a fondo sulle descrizioni anatomiche e di conseguenza sessuali, sintetizzando tra allusioni e intimità contro atti espliciti o iper-reali, senza ammiccare per metafore e similitudini tra intervento da tergo e fallo da ultimo uomo, mi atterrò ad esempi banali ma efficaci senza smarrirmi in lungaggini filosofiche: un gol erotico è la rete alla Germania al 119’ di Fabio Grosso ai Mondiali del 2006, come la volée di Van Basten a Dasaev nella finale del 1988 tra Olanda e Russia, oppure il rigore trasformato da Simonetti nel derby dei mille arancioni al Matusa, in quel 19 aprile 2002 quando si giocava per restare in C2. Ed era Pasqua. Invece, un gol pornografico, o meglio una vittoria pornografica, è il momentaneo raddoppio di Ciofani al Francioni in data 2 novembre 2014 (giorno dei morti), poi trasformato in un 1-4 che ha fatto storia: si era in serie B e i ciociari in quella stagione strapparono la prima promozione per la massima serie. Invece, l'1-1 di Blanchard allo Stadium al 92' a settembre 2015, primo campionato di A per i ciociari, è un mix di erotismo e pornografia. Poi, ci sono i gol da gang bang e quelli onanisti, ma questi appartengono ad altre storie.

26 Luglio
Autore
Gian Luca Campagna

Commenti