Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Il mercato della birra lievita con l'e-commerce

birra

Resta sempre più diffusa la volontà dei consumatori di bere a casa. Boom delle produzioni premium

"Il mercato della birra in Italia ha attraversato una trasformazione nel corso dell’ultimo biennio, dettata indubbiamente dallo strappo che la pandemia di Covid-19 ha causato nelle abitudini di vita e di consumo degli italiani". Lo  Francesca Bandelli, marketing & innovation director di Birra Peroni.

"Da una parte - commenta - abbiamo assistito alla crescita dell’e-commerce motivata dalle nuove occasioni di consumo a casa e da un approccio esperienziale che, di certo, vedremo crescere ancora in futuro. Dall’altra, i lunghi tempi di ripresa dalla pandemia hanno comportato una premiumizzazione dei consumi tra le mura domestiche: i brand premium sono quelli che maggiormente permettono di gratificarsi e ricreare l’esperienza del fuori casa a casa".

"Il 'new normal' degli italiani - spiega - si è arricchito di nuove abitudini ed esigenze grazie alle quali i nostri consumatori hanno imparato a ritrovare e ripensare l’essenza dello stare insieme durante e dopo l’isolamento. In questo contesto, la birra è riuscita nel difficile compito di mantenere viva la voglia di sentirsi una comunità anche quando questa sembrava perduta".

"Kozel - sottolinea Francesca Bandelli - è la birra ceca più venduta e apprezzata al mondo, con i suoi 4,5 milioni di ettolitri venduti. Per lei parlano i riconoscimenti, circa 200, che le sono stati tributati negli anni nei 48 Paesi dove è già distribuita nella versione premium lager e dark lager. Lanciata sul mercato per arricchire l'offerta premium di Birra Peroni, nei primi 12 mesi di permanenza sul nostro mercato ha ottenuto il consenso di più di 2 milioni di consumatori italiani, con un tasso di riacquisto del 36% (tanto da essere stata inserita da Iri tra i top lanci 2021 nel comparto Food & Beverage). A ciò si aggiungono una distribuzione capillare (Kozel oggi è presente in quasi tutti i punti vendita della gdo) e un aumento significativo della produzione: partita con Kozel Lager, nello stabilimento Peroni di Padova, ad oggi, per rispondere alla domanda del mercato italiano, interessa anche lo stabilimento di Roma ed include la variante Kozel Dark.

"Kozel - afferma - è la birra ceca per antonomasia. Abbiamo scelto di portarla in Italia come parte integrante della famiglia Birra Peroni perché crediamo molto in questo prodotto. Gli obiettivi che ci poniamo sono molto ambiziosi: con Kozel vogliamo arricchire l’offerta premium di Birra Peroni. Sul piano dell’appartenenza, Kozel ha molto in comune con Birra Peroni: l’altissima qualità del prodotto, il legame con la tradizione, l’appartenenza a un territorio e non ultimo 'il senso di comunità'. E’ 'la birra con un villaggio dentro', come ci piace definirla, proprio perché ha nei valori di collaborazione, tradizione e ospitalità dei tratti identitari facilmente riconoscibili anche nella nostra cultura".

Francesca Bandelli parla poi del Villaggio Kozel. "Sarà - dice - una tre giorni di degustazioni di birra, workshop e giochi per divertirsi e trascorrere del tempo in compagnia prendendo parte a un evento unico. In piazza Gae Aulenti, a Milano, sarà ricreata su una superficie di 816 mq la suggestiva atmosfera del villaggio di Velké Popovice, dove la birra Kozel è nata. A rendere ancora più iconica l’iniziativa, ci sarà anche una gigantesca riproduzione in legno (alta oltre 14 metri e larga 12 metri) del caprone Olda, simbolo del brand. Dopo la tappa milanese, il Villaggio Kozel sarà in tour tra maggio e giugno anche in altre città italiane. Lo scopo è assolutamente quello di segnare la ripartenza delle esperienze dal vivo attraverso lo spirito spensierato e divertente di Kozel".

19 Maggio
Autore
Gian Luca Campagna

Commenti