Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

In Puglia ok per un deposito di gas liquefatto

refinery-3613526_1920.jpg

Confindustria Brindisi concede il via libera a deposito gas liquefatto tassello per decarbonizzazione

"La notizia dell’autorizzazione, da parte della Giunta della Regione Puglia, del deposito di Gnl (gas naturale liquefatto ndr) di Edison all’interno del porto di Brindisi rappresenta un tassello importante nel percorso di decarbonizzazione dei trasporti in linea con gli obiettivi della transizione energetica". Lo afferma il presidente di Confindustria Brindisi Gabriele Menotti Lippolis. "E' un risultato a cui come Confindustria abbiamo lavorato per anni - aggiunge - trovandoci a volte anche ad affrontare, nell'interesse del nostro territorio, momenti di irrazionalità di alcuni attori territoriali. Dopo decenni avremo a Brindisi un nuovo insediamento con un investimento totalmente privato superiore a cento milioni di euro. Auspichiamo che il provvedimento oggi adottato dalla Giunta regionale possa rappresentare un volano per nuovi investimenti legati al green new deal”, conclude Menotti Lippolis.  

La Giunta regionale della Puglia ha espresso parere favorevole all’intesa finalizzata al rilascio da parte del Ministero della Transizione Ecologica dell’autorizzazione alla costruzione ed all’esercizio del deposito costiero di stoccaggio di Gas Naturale Liquefatto (Gnl) da parte della società Edison, costituito da un serbatoio verticale a pressione atmosferica della capacità di 19.500 metri cubi, da realizzare all’interno del porto di Brindisi, nei pressi del Varco di accesso Morena Est all’imbocco del Porto medio. Il parere della Regione si limita "ai profili di competenza regionale e subordinatamente al rispetto delle prescrizioni/condizioni indicate dagli enti preposti", precisa l'ente. 

16 Giugno
Foto: pixabay
Autore
Claudio Mascagni

Commenti