Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

L'Udinese protesta: "Quando il campionato appare falsato"

udinese.jpg

Marino (dt Udinese): Mi aspetto che il nuovo protocollo voluto dalla Vezzali e il governo venga plasmato dalle varie leghe"

"Ricorso? La nostra denuncia è stata contro un sopruso subito, farci giocare dicendocelo 24 ore prima, una squadra che non faceva attività da una settimana con 9-10 giocatori fermi per Covid. E' stata incomprensibile la decisione di farci giocare con l'Atalanta, per altre squadre invece è stato deciso di rinviare. E' chiaro che c'è un conflitto di competenza tra le Asl e la Lega di serie A. Certo è che il campionato in questo momento di regolarità ne ha poca con tante partire rinviate e tante giocate con squadre in condizioni di menomazione" sono le parole del direttore dell'area tecnica dell'Udinese, Pierpaolo Marino, ai microfoni di Radio Anch'io sport su RaiRadio1.

E sulla regolarità del campionato, il dirigente del club friulano aggiunge. "La classifica non è bruttissima ma dalla vittoria di Cagliari ci siamo trovati dopo un mese a passare da condizioni psicologiche di esaltazione a una situazione diversa: dobbiamo ricucire le ferite con una grande lavoro del mister e dello staff sanitario che deve recuperare al meglio i giocatori. Ripetizione delle partite? Ci sono casi precedenti, noi ci aspettiamo che su questa partita (persa 6-2, ndr) venga fatta giustizia. La nostra polemica non riguarda ovviamente l'Atalanta ma chi ci ha fato giocare".

"Mi aspetto che il nuovo protocollo voluto dalla Vezzali e il governo venga plasmato dalle varie leghe e venga messo a punto nella maniera giusta evitando queste situazioni di disparità nel corso di partite che per regolamento, e non solo per spirito decoubertiano, dovrebbero vedere in campo le formazioni migliori di entrambe le squadre: almeno evitiamo una disparità tipo Udinese-Atalanta dove ci siamo ritrovati con un 6-2 piuttosto incredibile, non per l'Atalanta che è una squadra fortissima e la nostra polemica non riguarda loro ma chi ha voluto la partita", conclude Marino.

17 Gennaio
Foto: udinese calcio
Autore
Redazione

Commenti