Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

I vaccini promessi dall'Occidente non arrivano ai paesi poveri

covid in africa.jpg

Lo dice un rapporto di "People's Vaccine Alliance": solo il 14% delle dosi promesse consegnate

Un rapporto di “People’s vaccine alliance” ha riportato i dati effettivi delle consegne dei vaccini promessi ai paesi in difficoltà da parte dei paesi occidentali.
Secondo il documento, le nazioni benestanti hanno promesso un totale di 1,8 miliardi di dosi di vaccini contro il Covid 19, di queste solo il 14% avrebbe realmente raggiunto i paesi più poveri, circa 261 milioni di dosi.

People’s Vaccine Alliance è un’insieme di Organizzazioni che comprende Amnesty, Oxfam e ActionAid. Il rapporto analizza anche le dosi consegnate per singola nazione: il Regno Unito avrebbe consegnato meno del 10% delle dosi promesse, il Canada l’8%, gli USA 117 milioni di unità, rispetto all’1,1 miliardi che ha promesso.

Lo stesso rapporto rileva il fatto che le aziende produttrici di vaccini, Johnson & Johnson, Moderna, Oxford/AstraZeneca e Pfizer/BioNTech hanno recapitato a Covax solo il 12% del circa un miliardo di dosi promesse.
Covax è il programma internazionale che dovrebbe garantire l’equo accesso alla vaccinazione da parte anche dei paesi più poveri. L’iniziativa, voluta da OMS, GAVI e CEPI, e facente parte del progetto Access to COVID-19 Tools Accelerator, ha finora garantito la consegna di vaccini in alcuni paesi del copntinente africano, come il Ghana.

21 Ottobre
Foto: pixabay
Autore
Emanuele Di Casola

Commenti