Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

La Roma è la prima squadra italiana della storia in Conference

zaniolo.jpg

I giallorossi superano il Trabzonspor per 3-0 e passano il turno con grande autorità. Le reti di Cristante, Zaniolo ed El Sharawy

Con il 3-0 dello Stadio Olimpico 9 contro il Trabzonspor, squadra turca di Trabzon (Trebisonda), la Roma approda alla fase a gironi di UEFA Conference League.

È la prima squadra italiana della storia a farne parte, a dire il vero anche la prima ad averne la possibilità. La Conference League è infatti nata quest’anno, voluta per allargare il quadro delle competizioni UEFA a tre tornei, insieme a Champions League ed Europa League.

La partita ha visto la Roma avere il controllo del match per quasi tutta la partita, con una fase incerta all’inizio del secondo tempo, nella quale i guantoni del portiere Rui Patricio si sono rivelati decisivi. Il possesso palla è stato a favore della squadra turca degli ex Bruno Peres e Gervinho con un importante distacco di 60-40. I ragazzi di Mourinho sono tuttavia riusciti a tenere in pugno gli avversari anche senza il controllo totale della palla. Ed ecco che al gol di Cristante nel primo tempo si sono aggiunti quelli di Zaniolo, al ritorno al gol dopo un interminabile stop per infortunio, ed El Shaarawy.

I sorteggi per la fase a gironi della UEFA Conference League saranno il 27 agosto alle ore 13.30. Saranno sorteggiati otto gironi composti da quattro squadre ciascuno. La Roma si troverà in prima fascia e sarà il club all’interno della competizione con il ranking UEFA più alto. Trovarsi in prima fascia permette ai giallorossi di evitare inizialmente squadre come Tottenham o Basilea, affrontando nel girone solo squadre di seconda, terza e quarta fascia.

Non sarà una competizione con l’appeal della Champions League, ma è un impegno che va affrontato nel migliore dei modi per mantenere una posizione importante nel Ranking. Il tecnico José Mourinho ha comunque dimostrato di tenere particolarmente a questo torneo: considerando che alla Roma maschile un trofeo manca dal lontano 2008, questa potrebbe essere l’occasione per sfatare questo tabù.

26 Agosto
Autore
Emanuele Di Casola

Commenti