Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

La Finlandia entrerà nella Nato

finlandia1.jpg

L'attacco russo all'Ucraina invece di sfaldare rinsalda l'Europa. La violenza alla fine non paga mai

"La Finlandia deve presentare domanda di adesione alla Nato senza indugio". A scriverlo, nel loro parere sulla eventuale richiesta di ingresso di Helsinki nell'Alleanza Atlantica, sono stati il presidente e la premier finlandesi, Sauli Niinistö e Sanna Marin.

"Durante questa primavera si è svolta un'importante discussione sulla possibile adesione della Finlandia alla Nato", si legge. "Ci è voluto del tempo per permettere al parlamento e all'intera società di prendere posizione sulla questione. Ci è voluto tempo per i contatti internazionali con la Nato ed i suoi paesi membri, nonché con la Svezia. Abbiamo voluto riservare alla discussione lo spazio necessario".

"Il momento del processo decisionale è vicino", scrivono ancora. "L'adesione alla Nato rafforzerebbe la sicurezza della Finlandia. In quanto membro della Nato, la Finlandia rafforzerebbe l'intera alleanza di difesa. La Finlandia deve presentare domanda per l'adesione senza indugio. Ci auguriamo che le misure nazionali ancora necessarie per prendere questa decisione vengano prese rapidamente entro i prossimi giorni".

"La richiesta della Finlandia di aderire alla Nato è una decisione storica. Se con il conflitto in Ucraina Putin voleva dividere l’Europa e indebolire l’Alleanza atlantica, ha già fallito". Così Pina Picierno del Pd, vicepresidente del Parlamento Ue, su twitter.

Intanto "nella parte occupata della regione di Donetsk, le autorità hanno bloccato l'accesso dei residenti locali ai social network Facebook e Instagram. Lo riporta il canale informativo ucraino Nivekta, citando le parole del difensore civico Lyudmila Denisova. I russi, secondo quanto spiega Nivekta, hanno attuato questa disposizione per la decisione di Meta, la società che detiene Facebook e Instagram, di consentire appelli sui suoi social network che incitano alla "violenza contro gli utenti di lingua russa", ritenendola dunque una minaccia.

"La disabilitazione dei social network complicherà in modo significativo la comunicazione con la famiglia e gli amici, oltre a limitare in modo significativo l'accesso alle informazioni socialmente importanti provenienti dalle agenzie governative, in particolare sul pericolo per la vita e la salute", ha affermato Lyudmila Denisova.

L'ingresso della Finlandia nella Nato rappresenta ''sicuramente'' una minaccia per la Russia e non aiuterà la stabilità e la sicurezza dell'Europa. Così il portavoce del Cremlino Dmytro Peskov ha reagito all'annuncio di Helsinki di voler presentare richiesta di adesione all'Alleanza Atlantica. La Russia, ha detto il Cremlino, "è pronta a dare la risposta più decisiva a chiunque cerchi di farsi coinvolgere in Ucraina e ostacolare l'operazione militare speciale". Tutti, ha aggiunto il Cremlino, vogliono evitare uno scontro diretto tra la Russia e la Nato.

13 Maggio
Foto: pixabay
Autore
Claudio Mascagni

Commenti