Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Nel Parco di Serravalle apre il primo hotel per le api

api.jpg

Il progetto Bee Empoli sarà inaugurato il 15 maggio. In programma anche uno spettacolo e la presentazione di libri su sostenibilità e ambiente

Il 20 maggio di ogni anno si celebra la ‘Giornata mondiale delle Api’, volta a sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza degli impollinatori, sulle minacce che affrontano e sul loro contributo allo sviluppo sostenibile. Senza di loro, la vita umana è seriamente compromessa e a rischio.

Da qui nasce il progetto Tobe(E)mpoli del Comune di Empoli che, attraverso varie attività, vuole investire nel benessere del territorio tutelando la biodiversità urbana e gli ecosistemi territoriali mediante l’incremento del verde cittadino, la coltivazione di specie vegetali, la riduzione di biocidi, l’incentivazione dell’agricoltura e la protezione delle api che rivestono un ruolo fondamentale per l’uomo e per l’ambiente.

“Api a Empoli”, è questo il nome scelto per la prima attività del Comune in difesa delle api, consiste nella realizzazione e installazione dei Bee Hotel per api affidati alla Cooperativa SintesiMinerva.

Il primo albergo urbano che nascerà al Parco di Serravalle sarà realizzato artigianalmente dalla cooperativa SintesiMinerva, che dovrà consegnare 18 casette rifugio sostenibili, a impatto ambientale zero, destinati a diventare luoghi di nidificazione e svernamento delle api solitarie.

I Bee Hotel hanno dimensioni 44 X 28 (base) X 6,5 cm, colore rovere e/o castagno chiaro. I materiali utilizzati sono naturali: legno massello di abete, multistrato di pioppo; compensato di pioppo; canna domestica (arundo donax); tronchetti di legno varie essenze (erica arborea, cerro etc.) e rete metallica con maglia quadra.

Saranno forniti e disposti nell’area di posizionamento delle casette anche 18 cartelli per spiegare ai visitatori, lo scopo del progetto e le finalità degli hotel per le api. Ed è prevista anche l’organizzazione nel mese di settembre di un vero e proprio ‘festival’ dedicato all’iniziativa. Le attività di manutenzione sono previste a fine estate: le strutture devono essere ispezionate per rimuovere le api selvatiche morte, rimpiazzare pezzi di legno infestati da funghi e muffe ed effettuare una pulizia generale. Come sottolineato dal vice sindaco Fabio Barsottini, le api sono insetti fondamentali per la vita sulla Terra. Attraverso l’impollinazione favoriscono la riproduzione delle specie vegetali e garantiscono la fertilità delle coltivazioni agricole presenti sul territorio. Con questa consapevolezza, unita al fenomeno generale della moria di questi insetti, abbiamo deciso di investire con attività di tutela delle api e sensibilizzazione dei cittadini su questi argomenti. Il benessere in città passa anche da queste piccole attenzioni.

11 Maggio
Foto: pixabay
Autore
Giada Giacometti

Commenti