Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Juve CR-isi! Alla ricerca dell’idea di squadra perduta

Mancuso gol con la Juve

La Juventus stecca la prima in casa con l’Empoli; sconfitta di misura e di idee. Dopo due giornate 1 solo punto

Non è Cristiano Ronaldo che manca alla Juve ma la consapevolezza di essere una squadra. Certamente non di fenomeni, soprattutto a centrocampo; ma di una squadra che può sicuramente esprimersi a livello di collettivo si. La Juventus dopo due anni senza una guida tecnica capace di dare un’impronta solida e identitaria al suo gioco, è diventata vulnerabile.

Così basta il gol di Mancuso al 21’ del primo tempo, a far crollare tutte le certezze di un undici che fino ad allora aveva giocato e pure bene. Una carambola fortunosa in area bianconera porta però l’undici di Andreazzoli in vantaggio e da lì in poi la squadra si sfalda e ognuno inizia a giocare da solo.

Ed è la cosa più sbagliata per questa Juve perché l’unico vero tenore capace di assoli tali da cambiare l’andamento di una gara da solo, è tornato a Manchester.

E quindi? Quindi quando bisogna cominciare a giocare da squadra per raddrizzare una partita contro un avversario che, con tutto il rispetto, tranne una condizione fisica invidiabile e una buona organizzazione di gioco, ha poco altro, comincia una sequenza sconfusionata di tentativi che non portano a granché.

Il portiere empolese, Vicario, le parate migliori le compie prima del vantaggio dei suoi. Quello juventino invece, su un colpo di testa all’indietro di Federico Chiesa.

Dybala, che aveva cominciato bene, comincia ad innervosirsi arretrando sempre più per cercarsi il pallone.

Allegri si sraida per chiedere calma e tranquillità. Anche quando i minuti al triplice fischio sono davvero pochi. Perchè? Perchè se continui ad andare freneticamente avanti senza un costrutto contro una squadra in cui tutti gli undici sono dietro la linea del pallone, ho hai il campione degli slalom, o sbatti sul muro.

Con Moise Kean sarebbe cambiato poco o nulla. Deve cambiare la testa. La sosta per la nazionale arriva al momento giusto. Allegri dovrà vestirsi da psicologo e ricostruire la mentalità perduta. Altrimenti sarà CR-isi! 

29 Agosto
Autore
Luca Morazzano

Commenti