Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com
Loader

Qualificazioni Mondiali, Marocco bloccato in hotel. Niente gara

pallone in mezzo al campo

Rinviata la sfida con la Guinea perché nella capitale del Paese africano è in corso un colpo di Stato

Non fosse bastata la sospensione di Brasile-Argentina per “colpa” di quattro giocatori dell’albiceleste che non hanno rispettato la quarantena prevista, in un’altra gara di qualificazione per i Mondiali di calcio del 2022, quella tra la Guinea e il Marocco, le squadre in campo non ci finiranno proprio.

In attesa della decisione della Fifa riguardo il rinvio, lo stesso organo presieduto da Ceferin, ha sancito la non giocabilità del match a causa di quanto sta accadendo nel Paese dell'Africa occidentale. Il match era in programma per oggi, alle 18, allo Stade General Lansana Conte' di Nongo.

In Guinea è però in corso un tentativo di colpo di stato a Conakry, la capitale; qui, un gruppo armato ha preso d'assalto il palazzo presidenziale ed ha catturato il presidente del Paese, Alpha Conde'. La nazionale di calcio del Marocco è comunque "al sicuro" in un hotel di Conakry. La federazione sta lavorando per evacuare la squadra con un aereo pronto in aeroporto in attesa della squadra. Con il ct del Marocco Vahid Halilodzic ci sono tanti giocatori impegnati in Europa, tra cui l'ex Inter ora al Psg Achraf Hakimi, i viola Maleh e Amrabat, i tre del Siviglia Bounou, En-Nesyri e Munir. Mentre la Guinea di Didier Six è capitanata da Naby Keita del Liverpool e nelle sue fila milita anche il romanista Diawara. Non è ancora chiaro dove si trovi la nazionale di casa. 

6 Settembre
Autore
Luca Morazzano

Commenti